Comune di Teolo
Servizi

CILA - Comunicazione inzio lavori asseverata

Art. 6-bis del D.P.R. 380/2001

CILA - Comunicazione di inizio lavori asseverata obbligatoria

Art. 6-bis del D.P.R. n. 380/2001

Stampato obbligatorio ESCLUSIVAMENTE per i casi previsti dall'art. 6-bis del D.P.R. 380/2001 così come modificato dal D.Lgs. 222/2016.

SI RICORDA CHE:

  • Per la realizzazione di interventi edilizi a destinazione residenziale deve essere presentata la Comunicazione di inizio lavori asseverata come da stampati pubbicati nel sito istituzionale e relativi allegati.
  • Per gli interventi edilizi su immobili aventi altre destinazioni: commerciale, direzionale, artigianale, industriale e rurale, l'istanza dovrà essere OBBLIGATORIAMENTE inoltrata tramite lo sportello Impresainungiorno.gov.it.

OPERE SOGGETTE ALLA PRESENTAZIONE
I casi e gli interventi per i quali occore presentare la CILA sono individuati nella Tabella A sez. II EDILIZIA allegata al Decreto Legislativo 222 del 25.11.2016 e sono:

  • Manutenzione straordinaria leggera, con esclusione di lavori che portano a modifiche del volume, mutamenti urbanisticamente rilevanti della destinazione d’uso, modifiche della sagoma e dei prospetti, modifiche a parti strutturali dell’edificio (muri portanti, scale, solai, fondazioni, etc);
  • Restauro e risanamento conservativo leggero;
  • Eliminazione delle barriere architettoniche pesanti (quali realizzazione di ascensore esterno, modifiche sagoma edificio);
Sono fatte salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente, e comunque nel rispetto delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienicosanitarie, di quelle relative all'efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.

DOVE  SI PRESENTA E MODALITA'
La comunicazione  dovrà essere inviata esclusivamente mezzo PEC all'indirizzo teolo.pd@cert.ip-veneto.net senza alcuna lettera di accompagnamento.
La comunicazione non va in marca da bollo.
La sussistenza del titolo è provata con la copia della ricevuta della PEC da cui risulti la data di ricevimento della comunicazione, l'elenco di quanto presentato a corredo del progetto, l'attestazione del professionista abilitato, le tavole grafiche, nonché gli atti di assenso eventualmente necessari.

USO DEGLI STAMPATI COMUNALI
La pubblicazione nel sito istituzionale degli stampati, dei relativi allegati e dell'elenco dei documenti richiesti, obbliga il tecnico libero professionista incaricato e il richiedente al loro esclusivo utilizzo, come previsto dalla normativa vigente.

PROCEDIMENTO
L'interessato trasmette all'amministrazione comunale l'elaborato progettuale e la comunicazione di inizio dei lavori asseverata da un tecnico abilitato, il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell'edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell'edificio; la comunicazione contiene, altresì, i dati identificativi dell'impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori.
Le comunicazioni relative a opere non conteplate dalla CILA sono nulle e le opere eseguite considerate abusive.

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE E PARERI/AUTORIZZAZIONI ENTI TERZI
Scaricare il modello e tutti gli allegati reperibili su questo sito, all’interno degli stessi è contenuto l’elenco di tutti i documenti da allegare alla CILA.
I modelli, le asseverazioni e gli elaborati grafici, dovranno essere sottoscritti da un tecnico professionista, oltre che dal richiedente (proprietario o avente titolo).
La comunicazione asseverata dovrà essere completa di tutti i pareri degli Enti Terzi eventualmente necessari (Ente Parco Regionale Colli – Consorzio Bacchiglione – Provincia di Padova - Soprintendenza), oppure dovrà essere inviata tutta la documentazione necessaria per acquisire d’ufficio tali pareri/autorizzazioni.

Autorizzazione paesaggistica
Nelle aree soggetto a vincolo paesaggistico ai sensi del D.Lgs. 42/2004, dovrà essere ottenuta l’autorizzazione paesaggistica, che può essere richiesta preventivamente alla presentazione della CILA oppure contestualmente tramite PEC a parte da quella di inoltro della CILA.
Per le aree di competenza del Comune di Teolo
: dovrà essere presentata l’istanza con relativa documentazione inviata alla PEC del Comune di Teolo teolo.pd@cert.ip-veneto.net, avente ad oggetto: RICHIESTA RILASCIO AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA DI COMPETENZA DEL COMUNE
Per le aree di competenza dell’Ente Parco Colli Euganei:
dovrà essere presentata l’istanza alla PEC del Comune di Teolo teolo.pd@cert.ip-veneto.net avente ad oggetto: RICHIESTA DI INOLTROPRATICA AL PARCO COLLI PER RILASCIO AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA. L'ufficio SUE provvederà a girare l'istanza al Parco Colli.

Autorizzazioni che NON POSSONO essere presentate INSIEME alla PEC della CILA:
- Autorizzazione Paesaggistica ordinaria
- Autorizzazione Paesaggistica semplificata
- Accertamento di compatibilità ambientale (solo per opere in corso o già eseguite)
- Autorizzazione Idrogeologico Forestale
Le autorizzazioni previste per la realizzazione dell'intervento edilizio possono essere acquisite prima della presentazione della CILA oppure richieste con altra PEC nello stesso giorno. In tali casi i lavori potranno essere iniziati solo dopo aver ottenuto la comunicazione dell'autorizzazione o atto di assenso da parte dello Sportello Unico Edilizia.

OPERE NON SOGGETTE
Non rientrano nelle opere di manutenzione straordinaria soggette ad attività edilizia libera i lavori edilizi relativi a:
  1. modifiche aI volumi;
  2. modifiche forometriche ed estetiche;
  3. modifiche alle parti strutturali (solai, muri perimetrali, scale, fondazioni, etc.);
  4. varianti di qualsiasi tipo a SCIA, SCIA in alternativa a P.C. o Permessi di Costruire.
Le CILA relative a opere previste con altro titolo edilzio sono nulle e le opere eseguite con CILA nulla sono abusive soggette a sanatoria.

DOCUMENTI DA ALLEGARE
  • Soggetti coinvolti
  • Ricevuta di versamento dei diritti di segreteria € 100,00 sul c.c.p. n° 11226354 intestato al Comune di Teolo – Servizio Tesoreria, con la seguente causale: “Diritti CILA” oppure mediante bonifico bancario - codice IBAN nr.T18V 03069 12117 100000046020 - Banca Intesa San Paolo, precisando nella causale gli eventuali importi suddivisi per singola voce;
  • Copia del documento di identità del/i titolare/i in corso di validità
  • Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
  • Documentazione fotografica
  • Estratto di mappa e/o  di PRG
  • Elaborati grafici dello stato di fatto, di progetto e comparativa
  • Ricevuta di versamento della sanzione amministrativa
  • Copia dei documenti d’identità dei comproprietari in corso di validità
  • Prospetto di calcolo preventivo del contributo di costruzione
  • Notifica preliminare
    Delega con allegato documento di identità del delegato
  • Dichiarazione, relazione tecnica ed elaborato grafico L. 13/89, D.M. 236/89, D.G.R. 509/2010 e 1428/2011
  • Relazione tecnica ed elaborati grafici L. 10/91, D.Lgs. 192/2005
  • Progetto impianti D.M. 37/2008
DIRITTI DI SEGRETERIA
Dovrà essere allegato inoltre la ricevuta dei diritti di segreteria pari a € 60,00 da versare mediante bollettino di c/c postale nr. 11226354 intestato a Comune di Teolo Servizio Tesoreria  oppure  presso qualsiasi filiale della Cassa di Risparmio del Veneto.

FINE LAVORI
E' obbligatoria la presentazione della comunicazione di fine lavori, utilizzando lo stampato presente nella sezione modulistica.

EDIFICI NON RESIDENZIALI

In questo caso utilizzare la piattaforma Impresainungiorno.gov.it

DOVE RIVOLGERSI
Presso la sede del comune di Teolo, via Euganea Treponti 34
1° piano - Ufficio Edilizia Privata
Nucleo tecnico: Baratto Renzo - tel. 049.9998537
Per informazioni e/o verifica preliminare della documentazione da allegare all'istanza, il nucleo tecnico riceve, il martedì e venerdì dalle ore 10.00 alle 12.30. In caso di disamina di documentazione richiesta precedentemente, il tecnico appone sul frontespizio della stessa documentazione un visto ai fini della presentazione al Protocollo Edilizio. Il documento, privo di tale visto, non può essere ritirato dagli addetti al protocollo.


ESTRATTO NORMATIVA
"Art. 6-bis del D.P.R. 380/2001
1. Gli interventi non riconducibili all'elenco di cui agli articoli 6, 10 e 22, sono realizzabili previa comunicazione, anche per via telematica, dell'inizio dei lavori da parte dell'interessato all'amministrazione competente, fatte salve le prescrizioni degli strumenti urbanistici, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente, e comunque nel rispetto delle altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia e, in particolare, delle norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di quelle relative all'efficienza energetica, di tutela dal rischio idrogeologico, nonché delle disposizioni contenute nel codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42.
2. L'interessato trasmette all'amministrazione comunale l'elaborato progettuale e la comunicazione di inizio dei lavori asseverata da un tecnico abilitato, il quale attesta, sotto la propria responsabilità, che i lavori sono conformi agli strumenti urbanistici approvati e ai regolamenti edilizi vigenti, nonché che sono compatibili con la normativa in materia sismica e con quella sul rendimento energetico nell'edilizia e che non vi è interessamento delle parti strutturali dell'edificio; la comunicazione contiene, altresì, i dati identificativi dell'impresa alla quale si intende affidare la realizzazione dei lavori.
3. Per gli interventi soggetti a CILA, ove la comunicazione di fine lavori sia accompagnata dalla prescritta documentazione per la variazione catastale, quest'ultima è tempestivamente inoltrata da parte dell'amministrazione comunale ai competenti uffici dell'Agenzia delle entrate.
4. omissis
5. La mancata comunicazione asseverata dell'inizio dei lavori comporta la sanzione pecuniaria pari a 1.000 euro. Tale sanzione è ridotta di due terzi se la comunicazione è effettuata spontaneamente quando l'intervento è in corso di esecuzione.»
"
Chi contattare all'interno dell'ufficio:
Renzo Baratto  
Sabrina Carraro  

Telefono:
 049 9998520 - 049 9998521

 049 9998520 - 049 9998521

Responsabile:
Claudio Franchin  
Referente amministrazione:
Moreno Valdisolo