Comune di Teolo
Servizi

Circolazione e soggiorno per cittadini UE

Descrizione

I cittadini appartenenti ai paesi membri dell'Unione europea, e i loro familiari, possono liberamente circolare e soggiornare in Italia nel rispetto di una serie di adempimenti.

Ai cittadini dell'Unione europea non è richiesta alcuna formalità per soggiorni inferiori a tre mesi oltre al possesso di un documento di identità valido per l'espatrio secondo la legislazione dello stato di cui hanno la cittadinanza, trascorso tale periodo sono tenuti ad iscriversi all'anagrafe del comune di residenza.

Il diritto di soggiorno è infatti riconosciuto nei confronti dei cittadini dell'Unione che:

  • esercitano un'attività lavorativa in Italia, 
  • o che seguono un corso di studi 
  • o che dispongono di risorse sufficienti per la permanenza in Italia e di un'assicurazione sanitaria o altro titolo di copertura rischi.

Documentazione

L'iscrizione anagrafica è subordinata alla presentazione della seguente documentazione:

  • passaporto o documento d'identità valido per l'espatrio rilasciato dalle autorità del proprio paese;
  • codice fiscale;
  • marca da bollo di euro 14,62 per la richiesta dell'attestato di iscrizione anagrafica che verrà rilasciato non appena conclusa la pratica;
  • eventuali documenti relativi allo stato civile (matrimonio, divorzio, vedovanza, ecc.), in originale, rilasciati dalle autorità competenti dello Stato in cui si è verificato l'evento, tradotti e legalizzati o muniti di apostille secondo le convenzioni internazionali stipulate tra l'Italia e i paesi dell'Unione.

Inoltre:

1. SE IL SOGGIORNO E' PER MOTIVI DI LAVORO

  • documentazione attestante l'attività lavorativa esercitata: contratto di lavoro, busta paga (comunicazione al Centro per l'Impiego, all'Inail e all'Inps nel caso di collaboratrici domestiche o badanti)
  • per i cittadini rumeni e bulgari, fino al 31/12/2011, anche nulla osta, quando previsto, dello sportello unico per l'immigrazione.

2. SE IL SOGGIORNO E' PER MOTIVI DI STUDIO:

  • documentazione attestante l'iscrizione presso un istituto pubblico o privato riconosciuto;
  • titolarità di una polizza di assicurazione sanitaria di minimo un anno che copra tutti i rischi;
  • disponibilità di risorse economiche sufficienti.

La disponibilità di risorse economiche può essere dichiarata sotto la propria responsabilità indicando le fonti di reddito.

3. PER MOTIVI DIVERSI DAI PRECEDENTI DUE PUNTI:

  • dimostrazione della disponibilità di risorse economiche (autocertificazione) sufficienti al soggiorno per sé e per i propri familiari (vedi punto precedente)
  • produzione della documentazione attestante la titolarità di una polizza assicurativa che copra tutti i rischi relativi all'assistenza sanitaria sul territorio nazionale. 

Al momento della richiesta di iscrizione è rilasciata una attestazione contenente la data di presentazione dell'istanza.

A seguito dell'iscrizione anagrafica, subordinata al possesso dei requisiti e all'accertamento della dimora abituale, è rilasciato all'interessato il relativo certificato di regolarità di iscrizione anagrafica (detta certificazione deve scontare l'imposta di bollo).

I cittadini comunitari familiari* di cittadino comunitario già iscritto all'anagrafe devono presentare:

  • documento di identità
  • documento attestante la qualità di familiare in originale, rilasciati dalle autorità competenti dello Stato in cui si è verificato l'evento, tradotti e legalizzati o muniti di apostille secondo le convenzioni internazionali stipulate tra l'Italia e i paesi dell'Unione
  • eventuale documento (autocertificazione) attestante la vivenza a carico.

________________________________________

* Ai sensi dell'art. 2 del D. Lgs. n. 30/2007 per "familiare" si intende:

  • il coniuge
  • il partner che abbia contratto con il cittadino dell'Unione un'unione registrata sulla base della legislazione di uno stato membro, qualora la legislazione dello stato membro ospitante equipari l'unione registrata al matrimonio e nel rispetto delle condizioni previste dalla pertinente legislazione dello stato membro ospitante
  • i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni o a carico e quelli del coniuge o partner predetti
  • gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge o partner predetti.

Chi contattare all'interno dell'ufficio:
Gloria Balbo  
Marina Scarabottolo  
Roberta Valdisolo  

Telefono:
 0499998524

 0499998524